Egeo Travel

Guida Turistica Grecia

Sample imageLa Grecia è un paese conosciuto in tutto il mondo per la sua gloriosa storia. Qui è nata la democrazia, e la civiltà della Grecia antica è stata il fulcro dell'attuale civiltà occidentale.La filosofia ed filosofi greci hanno influenzato con il loro pensiero la cultura occidentale. E' qui che sono nati alcuni dei più grandi filosofi di tutti i tempi, da Socrate a Platone, da Aristotele, ad Epicuro e molti altri ancora.

Informazioni Paese

Lingua - La lingua ufficiale è il greco, ma in tutte le principali località turistiche del Paese sono molto diffusi l’inglese, il francese e l’italiano.

Valuta - Euro Fuso Orario - +1 rispetto all’Italia.

Documenti - Carta d’identità o passaporto validi. La Grecia aderisce al Trattato di Schengen.

Avvertenze sanitarie (vaccinazioni profilassi) e precauzioni - Nessuna particolare precauzione sanitaria. Si consiglia attenzione nella guida, sia ad Atene dove il traffico è sempre intenso, ma soprattutto nelle isole, dove spesso le strade sono mal tenute e le auto e moto a noleggio non sempre sono in condizioni ottimali. La Grecia è paese sismico e, in estate, soggetta a frequenti incendi. Prima di partire è sempre meglio assumere informazioni sulle zone specifiche che si intendono visitare.

Come arrivare

La compagnia aerea che serve meglio le rotte per la Grecia è Aegean Airlines che ha voli da Milano e Roma per Atene, Heraklion e Salonicco. In più congiunge Roma a Rodi e, in alcuni mesi dell’anno Venezia ad Atene. Per raggiungere l’aeroporto Eleftherios Venizelos di Atene da Milano (2 ore e mezza di volo) e da Roma (2 ore) ci si può imbarcare anche sugli aerei della Olympic Air, il vettore nato sulle ceneri della storica Olympic Airways, mentre Alitalia collega Roma e Napoli alla capitale greca. Con la low cost Easyjet si vola da Milano su Atene, Mykonos, Heraklion, Rodi, anche se alcune rotte sono stagionali, e da Roma ad Atene. Anche Meridiana effettua un servizio sulla Grecia in alcuni mesi dell’anno, da Milano e Verona su Mykonos e Santorini, da Roma su Santorini. L’alternativa più valida all’aereo sono i numerosi traghetti che congiungono le coste italiane a quelle greche e che consentono anche il trasporto di auto e moto. I porti di partenza sono Venezia, Trieste, Ancona, Bari e Brindisi, con destinazione Corfù, Igoumenitsa o Patrasso, a circa 200 chilometri da Atene, da dove si raggiunge Atene in treno (4 ore) o pullman (3 ore). Il viaggio in nave dura una quindicina d’ore dalla Puglia. Le principali compagnie di navigazione sono Anek Lines, Minoan Lines, Superfast Ferries, Agoudimos Lines e Ventouris Ferries.

Periodo migliore per partire

Per ragioni climatiche, la primavera e l’autunno sono le stagioni migliori per visitare la Grecia: solitamente non fa troppo caldo, piove comunque pochissimo e tutti i luoghi d’interesse e le strutture turistiche sono aperti.

La capitale: cosa vedere

L’Atene storica, quella che si studia sui libri di scuola, ha il suo luogo emblematico nell’Acropoli, lo straordinario sito archeologico dove le pietre del Partenone, dell’Eretteo, dell’Odeon di Erode Attico sfidano il tempo. Il passato si respira un po’ dappertutto, negli edifici di epoca romana e bizantina del quartiere della Plaka, nel Tempio di Zeus Olimpo in piazza Syntagma e, soprattutto, nel Museo Archeologico Nazionale, nel Nuovo Museo dell’Acropoli (inaugurato nel 2009) e nel Museo Bizantino, che ospitano raccolte davvero uniche. Da non perdere è anche una visita al Museo Benaki, dove 40 mila oggetti e opere d’arte testimoniano tutta la cultura greca dall’antichità al Novecento. Ma negli ultimi anni, soprattutto con lo svolgimento delle Olimpiadi del 2004, la città ha assunto anche il volto di una moderna megalopoli. Uno tra i pezzi forti della nuova architettura cittadina è proprio il Parco Olimpico OAKA, spettacolare capolavoro e sintesi dell’arte di Santiago Calatrava. I quartieri storici Plaka, Psyri e Thission hanno ora ampie isole pedonali in cui passeggiare tranquillamente gustandosi la bellezza dei monumenti e l’atmosfera delle botteghe e dei ristoranti, o in cui fare tarda notte nei tanti locali. Anche giardini e parchi hanno subito recenti risistemazioni. Per un piacevole relax nel verde, in pieno centro città, si può entrare nel Giardino Nazionale, accanto al Parlamento, con fontane, un laghetto artificiale e piste ciclabili.

I luoghi da non perdere in Grecia

Dal porto ateniese del Pireo partono la maggior parte dei traghetti che portano sulle isole, gettonatissime mete di vacanzieri dalla primavera all’autunno. L’arcipelago con la Grecia più tipica, quella dalle case e chiesette bianche con gli infissi azzurri o verdi, è quello delle Cicladi, dove si trovano tra le altre mondana Mykonos dalle belle spiagge, la splendida e più defilata Folegandros e Amorgos. Gli appassionati di vela spesso puntano sulle isole del Dodecaneso e non solo sulla più grande, Rodi, ma anche su Patmos, Lipsi e Leros o Kos. Ma anche le verdissime Sporadi sono meta di velisti e di chi cerca un mare intatto nel Parco Nazionale Marino di Alonissos e a Skopelos. La più visitata tra le isole greche, nonché la più grande, rimane tuttavia Creta, non solo per le sue lunghe spiagge ma anche per le vestigia architettoniche come quelle del palazzo di Knossos. Sempre in tema di tesori archeologici, rimanendo sul continente, si può andare alla scoperta di quelli di Micene e Corinto oppure spingersi fino agli spettacolari monasteri delle Meteore, appesi sulle rocce di arenaria, nella Tessaglia. 

Feste ed eventi

Moltissimi gli eventi che si succedono in Grecia durante l’anno, molti dei quali a sfondo religioso, come la Pasqua ortodossa, che è profondamente sentita ed è celebrata in ogni angolo del Paese con processioni in costume, musica e grandi pranzi con particolari specialità. Dal punto di vista culturale è notevole l’interesse internazionale dei Festival di Atene e di Epidauro, che hanno in cartellone ogni anno tra maggio e settembre eventi di danza, musica, arte e, soprattutto, rappresentazioni di antichi drammi greci nel Teatro di Erode Attico, ad Atene, e in quello di Epidauro, nel Peloponneso nordorientale a circa 120 chilometri da Atene, in contesti altamente suggestivi. Sempre in estate, nei pressi di Atene si svolge il Rockwave Festival, durante il quale si esibiscono alcuni tra i migliori gruppi e musicisti mondiali. In novembre si svolge il più prestigioso festival cinematografico greco, l’International Film Festival di Thessaloniki (Salonicco).

In valigia

Per lui: abbigliamento comodo e informale. Da maggio a ottobre piove pochissimo e quindi ombrello e impermeabile sono superflui. In estate fa molto caldo: obbligatori un cappello, magliette o camicie leggere di lino o cotone e pantaloncini corti. Costume e ciabatte da mare, nella bella stagione, sono un must perché anche se non si punta dritti a una vacanza balneare un bagno da qualche parte ci scapperà comunque.

Per lei: ci si può vestire informalmente e in modo comodo, con qualche capo un po’ più trendy se si soggiorna ad Atene oppure in qualche isola più mondana come Mykonos o Ios. Cappello, canotta e sandali per affrontare il caldo dei mesi estivi, oltre che occhiali da sole e crema protettiva (il sole si fa sentire parecchio già in primavera e fino ad autunno inoltrato). A meno di non parlare il greco, è utile un vocabolario anche per fare un po’ di pratica con l’alfabeto, diverso dal nostro, imparare qualche formula tra le più usate e tradurre le scritte.

Cosa mangiare

La plurisecolare cucina greca è molto legata alle tradizioni e ai prodotti locali. Alcune specialità sono ormai universalmente note, come i souvlaki, gli appetitosi spiedini ai ferri di carne suina o bovina, i dolmades (polpettine di carne o di riso avvolte nelle foglie di verza o di vite e condite con salsa di uovo e limone), il moussaka, cucinato al forno con strati di melanzane, patate, ragù bagnati di besciamella. Un vero pranzo greco inizia con un bicchiere di ouzo, liquore all’anice, accompagnato da mezedes, antipasti di olive nere e sottaceti, taramosalada (una salsa a base di uova di pesce), tzatziki (yogurt con cetriolo, aglio e olio). Nel menu non mancano mai l’agnello arrosto e, soprattutto, il grande protagonista della tavola: il pesce. Fermatevi in una taverna e lasciatevi andare al piacere delle fritture, dei piattoni di calamari, polpi, gamberetti, accompagnati dalla tipica insalata con cetrioli, pomodoro, cipolla, olio extravergine e feta, il formaggio nazionale. Il tutto annaffiato da vino bianco retsina, secco e resinato. Si può concludere la propria esperienza culinaria greca con un denso yougurt, meglio se accompagnato da miele e noci, e con dolcetti come le baklavas.

Cosa comprare

Non lasciate la Grecia senza prima aver fatto uno shopping gastronomico adeguato: ouzo, miele, marmellate di fichi, dolci di mandorle, pistacchi, olive. Altri acquisti classici sono quelli della ceramica artigianale, anche in forma di riproduzione di vasi antichi, dei pizzi, dei ricami, dei tappeti tessuti a mano (belli soprattutto quelli di Creta), di sandali e borse in pelle. Sono molto pregiate e famose le spugne provenienti da Kalimnos e Kos. Un souvenir economico e tipico è il famoso rosario, in vario materiale, chiamato kolomboi.

Da leggere sulla destinazione

Per ripercorrere la storia dell’antica Grecia si può sfogliare I Greci : storia, cultura, arte e società, a cura di Salvatore Settis (ed. Einaudi), in 4 volumi, che spiega anche perché quella civiltà è stata ed è ancora così importante per tutta l’Europa. Sempre dei tempi antichi trattano la Storia dell’antica Grecia di Andrew Burn (ed. Mondadori), Mito e società nell’antica Grecia di Jean-Pierre Vernant (ed. Einaudi) e Storia greca. Dalle origini all’ellenismo dello storico tedesco Hermann Bengtson (ed. Il Mulino). Per chi non è ferratissimo nella filosofia greca e vuole capirne di più senza rompersi la testa ci sono i due volumi della Storia della filosofia greca di Luciano De Crescenzo (ed. Mondadori). Una guida divertente per scoprire il modo di pensare e di comportarsi dei greci di oggi è invece il volumetto Greci: se li conosci non li eviti (ed. Sonda) scritto da Alexandra Fiada. Tra la narrativa ambientata in Grecia c’è il curioso Aristotele detective (ed. Sellerio) di Margaret Doody, un giallo ambientato nell’Atene del IV secolo avanti Cristo a cui l’autrice ne ha fatti seguire altri tre con protagonista il filosofo. Il filosofo Martin Heidegger è autore di Soggiorni (ed. Guanda), resoconto di un suo viaggio in Grecia del 1962, mentre Henry Miller ha raccontato la sua scoperta della Grecia in Il colosso di Marussi (ed. Feltrinelli). Per scoprire la “propria” Grecia a colpo sicuro si può leggere Un’isola per tutti (ed. Mursia) di Alberto Filippi. 

Indirizzi e link utili

Ente nazionale ellenico per il turismo: via Lupetta 3, Milano, tel. 02.860470; via Bissolati 78/80, Roma, tel. 06.4744249, www.ente-turismoellenico.com

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Sei qui: Home Vacanze Guide Utili Guida Turistica Grecia
JA Travel

Egeo Travel non è una agenzia di viaggio ma un portale monotematico sulla Grecia che ha come obiettivo la promozione turistica e lo stimolo a viaggiare attraverso una ricca vetrina di proposte nel settore.